Questo mese di aprile è letteralmente volato! Non so da quanti mesi il tempo non scorreva via così velocemente per me, gli impegni si sono accavallati e sono arrivata all’ultimo momento per realizzare la ricetta per l’MTC.

L’MTChallenge di questo mese ci ha proposto una sfida che richiedeva particolarmente tempo, impegno e creatività, o forse sono state le mie pile scariche a darmi questa impressione. Caris di Cooking Planner, vincitrice del mese scorso, ha realizzato magistralmente 4 versioni di Pan di Spagna e così eccomi a preparare una torta per l’MTC n. 47.
Negli anni ho provato varie ricette di pan di Spagna, variando le tipologie di massa, ma sempre con lo stesso procedimento, Caris ci spiega invece la differenza tra montaggio a freddo e a caldo e io ho optato per il primo, quindi anche questo mese l’MTC si è rivelato una scuola di cucina che riesce a trasmettere conoscenze teoriche e competenze pratiche molto più di tanti e tanti manuali.
Ho preparato torte decorate molte volte, raramente per me, quasi sempre per i compleanni e ricorrenze di nipoti, amici e parenti vari. Anni fa mi ero anche appassionata alla pasta di zucchero, così per quest’occasione, libera di scegliere senza il condizionamento delle preferenze altrui, ho pensato ad una torta semplicissima e buona, di quelle come le preparava la mamma quando eravamo piccole: pan di Spagna con una bagna all’aroma naturale di arancia, crema alle fragole, tanta panna montata e per completare qualche fiorellino, non in pasta di zucchero, ma vero. Anche per le dimensioni ho preferito cambiare non dovendo servire questa torta per 15-20-30 persone! Mi piacciono molto le torte piccole e alte, non proprio monoporzioni, ma piccole, così ho preparato delle tortine monogusto bi-porzione, la dimensione giusta per gli innamorati, e di amore qui da me ultimamente ce ne è proprio tanto, ma su questo vi aggiornerò tra qualche settimana.
tortina frag4
Ingredienti per 6 tortine bi-porzione:

Per il pan di Spagna a freddo di Iginio Massari:

  • 600g uova intere
  • 400g zucchero
  • 3g sale
  • 1/2 buccia limone grattugiato 
  • 300g farina bianca W 150-170
  • 100g fecola

Per la bagna:

  • 500ml acqua
  • 3 bucce d’arancia bio
  • 200g zucchero
  • 50ml liquore all’arancia (io homemade)

Per la farcitura e la decorazione:

  • 250ml latte
  • 1 buccia di arancia bio grattugiata
  • 1 tuorlo
  • 120g zucchero
  • 20g amido di mais
  • 100g (netto) fragole
  • 1 cucchiaio succo di limone
  • 500ml panna
  • fiori o fragole per decorare
Preparazione:
 
Iniziamo la preparazione dal pan di Spagna. Con la planetaria o con lo sbattitore, montiamo le uova con lo zucchero, il sale e la buccia grattugiata di limone a media velocità. Setacciamo la farina con la fecola due volte e incoporiamola  alla massa montata in 3-4 volte, amalgamando dal basso verso l’altro senza mescolare eccessivamente. Mettiamo in una tortiera precedentemente imburrata ed infarinata e cuociamo in forno già caldo a 180° per 25′ circa lasciando il forno leggermente aperto.
Una volta cotto, estraiamolo ancora caldo, cospargiamolo di zucchero semolato e sistemiamolo su un foglio di carta forno. Mettiamo da parte e lasciamo raffreddare.
Prepariamo la bagna. In un bollitore mescoliamo l’acqua con lo zucchero, aggiungiamo le bucce d’arancia, portiamo a ebollizione e facciamo andare a fuoco basso per 20-30′. Lasciamo raffreddare. Filtriamo e aggiungiamo il liquore.
Prepariamo la crema. Riscaldiamo il latte con la buccia di arancia grattugiata, spegniamo e copriamo. In una pentola, preferibilmente di rame, con una frusta montiamo il tuorlo d’uovo con 100g di zucchero. Uniamo anche l’amido setacciato e amalgamiamo bene. Mettiamo su fuoco basso e a filo aggiungiamo il latte continuando a mescolare, cuociamo per qualche minuto fin quando la crema sarà ben densa. Copriamo con pellicola e lasciamo raffreddare.
Frulliamo le fragole mondate e lavate con i restanti 20g di zucchero e il succo di limone. Quando la crema sarà fredda, amalgamiamo bene la purea di fragole alla crema e mettiamo in frigo per almeno un’ora.
Montiamo la panna e teniamo in frigo fino al momento dell’uso.
Tagliamo in 3 dischi il pan di Spagna intero, poi con il coppapasta ricaviamo 18 piccoli dischi.
  

 

Sistemiamo i dischi in un capiente vassoio e bagniamoli uno per volta con 2 cucchiai abbondanti di bagna l’uno. Farciamo con la crema, livelliamo bene e sovrapponiamo i dischi.
Con l’aiuto della sac a poche decoriamo le varie tortine, facendo attenzione a non surriscaldare troppo la panna nella sac a poche con il calore con le mani e mantenendo in frigo la panna, prendendo ogni volta solo quella che ci occorre. Man mano che finiamo le tortine, sistemiamo anche queste in frigo.

 

Decoriamo con fiori, fragole o quello che preferiamo. Conserviamo in frigo fino al momento di servire.

8 Comments on Tortina alle fragole e panna

  1. andreea manoliu
    27 aprile 2015 at 5:51 (2 anni ago)

    Piccole, bellissime e tanto golose e che ci vuole di più, se no, una fettina da mangiare di gusto. Buon lunedì !

    Rispondi
  2. Acquolina
    27 aprile 2015 at 8:18 (2 anni ago)

    che belle! una delizia candide e decorate con quei fiori coloratissimi!

    Rispondi
    • storiedamordere
      9 maggio 2015 at 8:40 (2 anni ago)

      Arrivo decisamente in ritardo a rispondere a questi commenti, chiedo scusa :-/
      Grazie mille!
      Buon WE

      Rispondi
  3. caris
    27 aprile 2015 at 18:44 (2 anni ago)

    Mi hai catapultata nei siti americani, di quelli che presentano torte per i matrimoni molto chic o per gli eventi più eleganti! la trovo bellissima! E' sviluppata in altezza e l'uso che fai della sac a poche ne esalta in maniera gentile questo aspetto. Esteticamente è molto elegante! come elegante credo che sia il sapore di questa torta, semplice e raffinata, dal profumo avvolgente!

    Rispondi
    • storiedamordere
      9 maggio 2015 at 8:41 (2 anni ago)

      Grazie Caris e scusa per il mega ritardo nella risposta!
      Amo l'altezza delle torte americane, non amo il gusto che talvolta… non c'è!
      Grazie mille 🙂
      Buon WE

      Rispondi
  4. Daniela Ferri
    30 aprile 2015 at 10:53 (2 anni ago)

    Che belle immagini ci hai regalato Angela! e senz'altro ottima anche la tua torta!

    Rispondi
    • storiedamordere
      9 maggio 2015 at 8:41 (2 anni ago)

      Grazie Daniela,
      era semplice ma hanno gradito tutti 😉
      Buon WE

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *