Protagonista dalla Vigilia su tutte le tavole italiane, da nord a sud, passate le festività natalizie molti dimenticano quanto sia buono e sano il baccalà.
Il baccalà è merluzzo conservato sotto sale e in seguito essiccato. Il baccalà si differenzia dallo stoccafisso che invece richiede solo un lungo periodo di essiccamento senza aggiunta di sale.
Se si acquista essiccato e salato va dissalato e ammollato prima del consumo. La preparazione è molto semplice, richiede solo qualche giorno. Altrimenti possiamo comprarlo già ammollato. Per prepararlo iniziamo col tagliare  i vari pezzi che ci occorreranno. Se ne avanza risaliamo bene lungo il bordo dove è stato effettuato il taglio. Avvolgiamo il baccalà restante in carta alimentare e mettiamolo in un posto fresco e asciutto. Di questo periodo la cantina o una zona del terrazzo al riparo possono andare bene, l’importante è che la temperatura sia sempre inferiore ai 10-12°. In alternativa sigilliamolo in un sacchetto e conserviamolo nella zona meno fredda del frigo.
Prendiamo i pezzi che ci occorrono e sciaquiamoli sotto acqua corrente. Poniamoli in un’ampia bacinella e ricopriamo d’acqua, conserviamo in un luogo fresco, avendo cura di cambiare completamente l’acqua ogni 12 ore. Saranno necessari dai 2 ai 4 giorni in base al tipo di baccalà e allo spessore dei pezzi. Per sapere quando sarà pronto basterà assaggiare l’acqua di ammollo, dovrà essere salata il giusto, allora il nostro baccalà potrà essere cucinato. Oltre ai gusti personali, è importante tenere in considerazione anche la tipologia di ricetta che prepareremo. Se il baccalà sarà lessato  o preparato in umido potrà essere un pochino più salato in quanto l’eccesso di sale sarà compensato dalla parte liquida della ricetta, se invece verrà fritto dovrà essere meno salato.
La ricetta che riporto di seguito è semplicissima da preparare, ma decisamente buona. Sono tre sapori intensi che si alternano perfettamente, tra la salinità del baccalà, la dolcezza dei pomodori secchi e l’amaro della rucola. Oltre che come secondo, può essere servito su delle bruschette per un antipasto sfizioso.
baccalà pomodorini secchi rucola

Ingredienti per 4 persone:

  • 700g baccalà salato ed essiccato  (1kg ca. baccalà ammollato)
  • 100g pomodori secchi
  • 30g rucola
  • 1 spicchio aglio
Preparazione:
 
Iniziamo la preparazione lessando il baccalà. Riempiamo una pentola d’acqua e quando inizierà a bollire immergiamo i pezzi di baccalà, senza salare l’acqua. Cuociamo per 4-5′. Scoliamo bene e dividiamo a scaglie.
Intanto in una padella poniamo i pomodori secchi tagliati a pezzetti con un po’ del loro olio e lo spicchio d’aglio. Rosoliamo per un paio di minuti, aggiungiamo anche le scaglie di baccalà e amalgamiamo bene. Non dovrebbe essere necessario salare.
Impiattiamo e aggiungiamo un po’ di rucola.

3 Comments on Baccalà saltato con pomodori secchi e rucola

  1. Marina Parmigiani
    17 febbraio 2014 at 16:16 (3 anni ago)

    Adoro il baccalà! Questa ricetta è sfiziosa e semplicissima!!! Brava!

    Rispondi
    • storiedamordere
      20 febbraio 2014 at 16:30 (3 anni ago)

      Grazie Marina. É vero questa ricetta è estremamente semplice e anche veloce da preparare, ma è un modo diverso e appetitoso di gustare il baccalà 😉
      Provala e dimmi cosa ne pensi.

      Buona serata
      AngelaS

      Rispondi

1Pingbacks & Trackbacks on Baccalà saltato con pomodori secchi e rucola

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *